Stagione 2015-2016

Dal presidente della Red Star:

Dopo aver attentamente esaminato le rose e la gestione finanziaria, ecco la mia analisi e le mie previsioni:

Real Bcm: ha obiettivamente il miglior reparto d’attacco e una difesa abbastanza varia. Se l’Inter e/o il Milan mostreranno una certa solidità difensiva, Real Bcm potrebbe aspirare a un ruolo da protagonista.

Godfather: Difesa molto forte, ma l’elemento che lo contraddistingue è l’estremo valore del centrocampo. Se in questo reparto due-tre nomi saranno capaci di garantire punti costanti, allora determinati traguardi non sono preclusi.

Vinello: Difesa ottima, centrocampo eccellente, attacco pericoloso. E’ una squadra che può fare punti in tutti i reparti. Se le precedenti due squadre non dovessero fa fruttare i loro punti di forza, allora questa squadra potrebbe emergere, in virtù della tradizionale gestione risorse di alto livello.

New Team: Difesa molto solida, ma il punto forte secondo me è il centrocampo. Tutto sommato il secondo miglior centrocampo di questo Fantacalcio. Se i nomi di questo reparto faranno punti, New Team potrà essere una delle rivelazioni della stagione.

Miscellanea: Difesa abbastanza varia, attacco molto pericoloso, direi quasi stellare… forse il migliore, considerati i primi 4 attaccanti squadra per squadra. Il centrocampo forse è il reparto meno pregiato e sappiamo che gli scorsi anni (secondo me) non era tanto decisivo. La tendenza delle ultime tre stagioni è invece quella che tende a premiare un buon centrocampo, quindi in considerazione di questo fatto la cosa potrebbe rivelarsi un minus. Di solito è uno svantaggio anche finire con tanti soldi sul groppone, ma questa è ovviamente una variabile che a gennaio potrà essere utile, se in Serie A approderà qualche giocatore interessante.

Dal presidente del Vinello:

Vinello
Vinello

Dal presidente di Miscellanea:

che dire è stata una bella soddisfazione anche quest’anno considerando che negli ultimi 5 anni ho vinto tre volte posso affermare che ho appreso bene gli insegnamenti
del maestro pennuzzo e chissà se potrò addirittura superarlo (io per esempio ultimo ancora non ci sono mai arrivato)!!!

Come al solito il fantacalcio è un mix di bravura e fortuna; anche lo scorso anno avevo il pipita e quest’anno ho voluto ritentare e mi è andata bene!!!

Ma ho avuto soddisfazioni anche dall’alternarsi dei due portieri ed in difesa soprattutto da albiol ed alex sandro. Il centrocampo era il punto più debole però alla fine dei conti
soriano e giaccherini mi hanno tenuto alto il morale. L’attacco è higuain e chissà che avrebbe fatto senza le tre giornate di squalifica (calcolando il 6-0 al bologna).

Per quanto riguarda i miei avversari:

1) vinello è stata una grande delusione ma forse dopo l’abbuffata dello scorso anno
l’allenatore ha pagato dazio anche se alla fine la supercoppa è finita in bacheca!!!

2) godfather aveva costruito la sua squadra su un centrocampo stellare ma ciò non
funziona nel nostro gioco; ci deve essere un giusto equilibrio tra tutti i reparti!!!

3) new team come al solito va a fiammate: fa punteggi negativi per alcune giornate ed
super positivi per altrettante; se li incontri nelle loro giornate ok sei rovinato ed infatti hanno trionfato in coppa da penultimi e vincendo tutte le gare fuori casa!!! Incredibile!!!

4) red star: la sorpresa! mai e poi mai dopo il primo mercato avrei detto che dodo sarebbe
arrivato terzo!!! ma alla fine dei conti vedi che se fosse partito meglio avrebbe tranquillamente combattuto per la posta finale!!!

5) real bcm: vorrei ma non posso!!! come al solito è sempre lì per afferrare qualche trofeo ma alla fine si deve arrendere a tutto ed a tutti. nonostante l’attacco stellare (dybala icardi eder alla samp) anche quest’anno rimane con un pugno di mosche!! comunque è stata l’unica squadra ad impensierire la capolista anche se alla fine il distacco è grande (-36)!!!

Comunque grazie a tutti per l’ennesima annata fantacalcistica: è sempre un divertimento fare le formazioni, seguire le partite ed inveire anche contro i propri interessi personali se è meglio per gli interessi fantacalcistici! Che gioco bizzarro la fantasy league!!! Ma divertente!!! Comunque adesso io mi godrò le meritate vacanze in relax: a voi invece consiglio di continuare a studiare per migliorare le vostre performances!!! Studiate studiate!!!

Dal presidente della Red Star:

La stagione fantacalcistica appena trascorsa si segnala per uno dei campionati con meno colpi di scena degli ultimi anni. Nel senso che Miscellanea è stato saldamente in testa per la maggior parte del torneo e si è avviato alla vittoria finale in solitaria, scoraggiando fin da subito eventuali tentativi di rimonta. Solo Real BCM è rimasto nella scia, ma gravitando sempre distanziata dal formidabile ritmo impresso dalla capolista.

Al contrario, la Coppa è stata quest’anno la manifestazione con il maggior numero dei colpi di scena, che ha portato alla vittoria finale la squadra quinta classificata. Non ho consultato l’Almanacco, ma credo che sia la vittoria ottenuta partendo dalla posizione meno favorevole in griglia, nella storia.

Ma ecco il dettaglio squadra per squadra:

MISCELLANEA: La squadra egemone in questa stagione, ha preso la testa della classifica dalle prime giornate, cedendola solo temporaneamente per pochi turni. Il suo mercato iniziale si era contraddistinto per un elemento che balzava subito all’occhio: alla fine della sessione c’era un consistente ammontare messo da parte. Tale tattica era stata usata sovente in passato da altre squadre ormai estinte, ma non si era mai rivelata vincente. Tuttavia era chiaro fin dall’inizio che l’acquisto di Higuaín era stata la mossa vincente. La punta argentina, reduce da un campionato non eccezionale l’anno prima, ha in realtà infilato un’annata onusta di gloria, con tanti gol e bei voti. E quindi dove anche i compagni di reparto del Pipita manifestavano difetti (un Destro esangue, un Morata traballante, un Quagliarella spento), costui si issava ad alfiere della squadra tutta, giovandosi di comprimari, che, infilando la giornata giusta alla bisogna, rimpinguavano il carniere. Su tutti il rinato Giaaccherini e i difensori di Inter e Napoli. Preso anche il premio per i punti di distacco, Miscellanea si è però dimostrata vulnerabile nello scontro diretto, non ripetendo in Coppa la medesima performance del campionato e venendo uccellata poi nei playoff, in maniera inattesa, da New Team. Voto: 9

REAL BCM: Ha cercato per tutta la stagione di stare dietro al turbine Miscellanea in campionato. Ma come nell’Aporia di Zenone, ecco che quando Achille si avvicinava alla Tartaruga, costei lo distanziava di un altro passo in avanti. Il momento migliore è stato a dicembre, quando la BCM si è issata al primo posto per 4 turni, tenendo l’avversaria a corta distanza. L’equilibrio però si rompeva con l’inizio del nuovo anno e la Miscellanea che tornava a macinare. A un certo punto sembrava che comunque il Real potesse cogliere il premio per il secondo posto, ma un finale beffardo e un colpo di reni conclusivo da parte della capolista vanificava l’illusione. In coppa venivano mantenute le premesse di un campionato di alto livello, restando a giocarsi le posizioni di vertice fino a cogliere una terza posizione solo per deficienza nella differenza reti; ma ecco che nel derby dei quarti si consumava l’atroce beffa che la costringeva all’eliminazione. Nella rosa il diamante Dybala e un Icardi in chiaroscuro. Netto il tradimento di certi figuri come Di Natale e l’Eder interista. Pur non avendo vinto premi, il Real può menare vanto di essere stato per lunghi tratti l’unico serio antagonista per Miscellanea. Voto: 7,25

RED STAR: L’impresa della Red Star consiste nell’aver condotto nel 2016 una rimonta che ha parzialmente riscattato una partenza lentissima. Ancora a dicembre i rossi erano ultimi in campionato a oltre 70 punti di distacco, concludendo alla fine al terzo posto e meno di 60 punti dalla capolista. Anzi, a un certo punto la dirigenza ha accarezzato il sogno di poter prendere la seconda posizine, ma le ambizioni si sono infrante in un aprile decisamente mediocre. Il buon ritmo guadagnato a un certo punto ha consentito una lusinghiera prima posizione nella stagione regolare di Coppa, rovinata però da una sciagurata semifinale, nella quale la Rossa ha dovuto soccombere alla ritrovata verve della New Team. Il segreto della parziale ripresa sta nell’aver corretto soprattutto nel primo mercato alcune storture, potando i rami secchi e allontanando le mele marce. Un altro segreto sta nella repulsione generata da Salah. Comprato per caso (in realtà stavo tirando l’asta, solo che poi me lo sono ritrovato mio malgrado), ho cercato di scambiarlo in segreto fin dall’inizio con altri attaccanti, ma le controparti non erano convinte e non se ne fece mai nulla. Fatto sta che alla fine Salah ha reso ben oltre quanto previsto e insieme a Bacca e al purtroppo molto assente Pavoletti ha formato la punta di lancia della squadra, confortata da un Buffon in forma strepitosa (imbattibile quando accoppiato con Chiellini). Voto: 7,25

GODFATHER: Il Padrino –come la Red Star- aveva cominciato male, occupando i bassifondi della classifica, è riuscito strada facendo a risalire la china, rallentando però nel finale e venendo superato per il quarto posto sul filo di lana. Il percorso in Coppa è stato negativo nella parte di regular season. Quello che Godfather aveva in serbo è stato un tiro mancino nel derby dei quarti di finale, dove ha avuto la meglio della Real BCM con un 3-4 corsaro. Le velleità di Godafther, però, si sono infrante su un pareggio ricco di reti al San Pistello Abate, che ne hanno determinato l’eliminazione. La squadra era incentrata sulla conferma di Pogba, che però è uscito solo alla distanza. Si era puntato molto su Sczezny (pagato 21 al primo mercato!) e Hamsik, ma i due non hanno ripagato a suon di punti. A conti fatti, forse, troppi soldi spesi per Mandzukic, che ha rispettato le attese, ma non fatto vendemmie di gol. Alla fine il tentativo di rinforzare la squadra in fase di mercato con molti innesti bianconeri ha funzionato, ma era ormai troppo tardi per il campionato. Voto: 7

NEW TEAM: La New Team sembrava aver imbroccato una grande annata, issandosi nelle posizioni di vertice fino ad ottobre. Poi, una serie di risultati contraddittori e prestazioni altalenanti hanno minato la solidità del collettivo, relegando il giovane sodalizio a posizioni di rincalzo in campionato. Parallelamente, in Coppa non sembrava che la squadra ottenesse prestazioni più brillanti, fermandosi al quinto posto finale. Il bello però doveva avvenire nei playoff, dove New Team è riuscito ad infilare due vittorie corsare contro avversari meglio piazzati, arrivando a giocarsi un’inaspettata finale di Coppa. È stato proprio nel ribollente catino del San Pistello Abate che l’impresa si è concretizzata, consegnando agli Almanacchi una scintillante vittoria di Coppa a coronamento di un convincente finale di stagione. Nella squadra va segnalata la solidità del kombinat Lichtsteiner-Barzagli, ma soprattutto le rivelazioni granata Belotti e Baselli, presi a poco. Annata negativa per Jovetic, mentre Candreva e Digne si sono svegliati in tempo per il positivo finale di stagione. Voto: 8,25

VINELLO: Dopo un inizio incoraggiante, Vinello si è trovato invischiato nelle parti basse della classifica. Il prosieguo della stagione non ha dato soddisfazioni in campionato e allora la società Etilica ha puntato tutto sulle altre competizioni, dove ha rischiato di fare bingo. Ottenuta infatti in primavera la vittoria in SuperCoppa, il Vinello concludeva seconda la stagione regolare di Coppa. Dopo aver rischiato in casa con Godfather, però, i Vinellidi s’impappinavano tra le mura amiche al cospetto di New Team, vanificando un finale di stagione che poteva tranquillamente dirsi positivo. Rimane da dire che la compagine alcolica è stata tradita da due elementi (Dzeko e Luis Adriano) sui quali forse ha pesato il clima di sfiducia che trapelava dagli uffici della presidenza. Inizialmente Kalinic sembrava prendere sulle spalle la responsabilità della squadra, ma ben presto lo slavo si è eclissato, aggiungendosi alle altre delusioni di stagione, mentre Murillo, Reina, Cuadrado e Rudiger cercavano a fasi alterne di salvare la squadra. Inutile ogni tentativo di rianimare Balotelli. Voto: 8

Di seguito le classifiche e le rose finali:

Le Classifiche di Campionato e Coppa

+

Le Rose

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *