Australian Open 2017

Singolo Donne:

Serena Williams ha vinto il torneo femminile degli Australian Open sconfiggendo in finale la sorella Venus con il punteggio di 6-4, 6-4. Pur essendo nettamente sfavorita, Venus è riuscita a tenere testa alla sorella per gran parte della finale, in cui ci sono stati alcuni scambi molto belli. Con la vittoria di oggi (e grazie anche all’eliminazione di Angelique Kerber negli ottavi di finale del torno) Serena Williams è tornata al primo posto nel ranking WTA, dopo averlo perso lo scorso settembre. Venus invece, che ha 36 anni, uno in più della sorella, rimane al sesto posto. Con la vittoria degli Australian Open di quest’anno, Serena ha ottenuto il suo settimo titolo nel torneo australiano, il 23mo in un torneo del Grande Slam. È un nuovo record, per l’era Open: quello precedente apparteneva a Steffi Graf, con 22 Slam.

A Melbourne le sorelle Williams si sono affrontate in una finale di un torneo otto anni dopo l’ultima volta e complessivamente questa è stata la nona finale di un torneo major giocata fra loro due: Serena è considerata la più forte tennista al mondo – e nel corso del torneo lo ha dimostrato — Venus è la sorella meno famosa, quella che ha vinto molto di meno. Per arrivare alla finale, Serena – che ha iniziato il torneo da testa di serie, come la sorella — ha eliminato, in ordine, Belinda Bencic, Lucie Šafárová, Nicole Gibbs, Barbora Strýcová, Johanna Konta e Mirjana Lucic-Baroni. Venus invece ha sconfitto Kateryna Kozlova, Stefanie Vögele, Duan Yingying, Mona Barthel, Anastasija Pavljucenkova e la connazionale Coco Vandeweghe.

Singolo Uomini:

Roger Federer ha vinto gli Australian Open per la quinta volta in carriera battendo in finale lo spagnolo Rafa Nadal con il punteggio di 6-4, 3-6, 6-1, 3-6, 6-3. Era probabilmente la finale più attesa del tennis professionistico degli ultimi anni, in quanto giocata dai due tennisti protagonisti della storia recente dello sport, i più vincenti e quelli che più lo hanno rivoluzionato e reso popolare. Federer e Nadal, inoltre, rappresentano due stili di gioco opposti, il primo basato soprattutto sulla tecnica, il secondo sulla fisicità. Federer ha vinto il primo set, Nadal il secondo: poi Nadal è apparso via via sempre più stanco, e Federer ne ha approfittato “facendolo correre” molto nella sua metà campo, anche con alcuni colpi spettacolari. Nel quarto set Nadal ha dato dei segni di ripresa mentre Federer ha commesso qualche errore in più. Gli ultimi game sono stati molto combattuti, ma Nadal si è trovato più in difficoltà. Battendo Nadal, Federer ha ottenuto l’89mo titolo in carriera, e il suo 18esimo titolo in uno Slam.

La rivalità tra Federer e Nadal è la più longeva del tennis contemporaneo ma entrambi arrivavano da un periodo di problemi fisici e risultati deludenti. Prima di oggi Federer e Nadal avevano giocato contro 34 volte (Nadal aveva vinto 21 volte) e per cinque anni sono rimasti ininterrottamente ai primi due posti della classifica mondiale; agli Australian Open si erano incontrati tre volte, e aveva sempre vinto Nadal. Non si incontravano nella finale di uno Slam dal 2011, quando vinse Nadal al Roland Garros di quell’anno; non giocavano contro dal 2015. Per arrivare in finale Nadal, che ha trent’anni, ha battuto il bulgaro Dimitrov in quattro set (6-3, 5-7, 7-6, 6-7, 6-4), mentre l’altra semifinale tra gli svizzeri Federer e Wawrinka, giocata giovedì, è stata probabilmente la miglior partita del torneo: è durata più di tre ore e in diversi momenti sia Federer che Wawrinka hanno dimostrato di poterla vincere, ma alla fine ha vinto Federer con il punteggio di 7-5, 6-3,1-6, 4-6, 6-3.
Oggi Federer, che ha 35 anni, ha giocato la sua sesta finale agli Australian Open e la 28ma della sua carriera in un torneo del Grande Slam. È diventato inoltre il più vecchio finalista di uno Slam dal 1974.

Doppio Uomini:

Henri Kontinen (FIN) [4] / John Peers (AUS) [4] – Bob Bryan (USA) [3] / Mike Bryan (USA) [3] : 7-5 7-5

Doppio Donne:

Bethanie Mattek-Sands (USA) [2] / Lucie Safarova (CZE) [2] – Andrea Hlavackova (CZE) [12] / Shuai Peng (CHN) [12] : 6-7 6-3 6-3

Doppio Misto:

Abigail Spears (USA) / Juan Sebastian Cabal (COL) – Sania Mirza (IND) [2] / Ivan Dodig (CRO) [2] : 6-2 6-4

Singolo Uomini Juniores:

Zsombor Piros (HUN) [15] – Yshai Oliel (ISR) [4] : 4-6 6-4 6-3

Singolo Donne Juniores:

Marta Kostyuk (UKR) [11] – Rebeka Masarova (SUI) [1] : 7-5 1-6 6-4

Doppio Uomini Juniores:

Yu Hsiou Hsu (TPE) [4] / Lingxi Zhao (CHN) [4] – Finn Reynolds (NZL) – Duarte Vale (POR) : 6-7 6-4 [10]-[5]

Doppio Donne Juniores:

B. Andreescu (CAN) [3] / Carson Branstine (USA) [3] – Maja Chwalinska (POL) / Iga Swiatek (POL) : 6-1 7-6

Tratto da: “Il Post”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.