Il 5G Arriverà nel 2020

Nel 2020, Roma, Torino, Milano, Prato, Aquila, Matera e Bari adotteranno la tecnologia 5G ed entreranno in un nuovo mondo.

É difficile ora come ora capire la portata del cambiamento, i precedenti passaggi sono stati altrettanto importanti.

La prima generazione ci ha regalato i primi device, degli anni 80: potevano a malapena chiamare, il 2G, con i loro 100k massimi; ci ha dato gli SMS e qualche rudimentale gioco, ma è stato il 3G ad aprire le porte vere e proprie del digitale, inoltre l’esplosione delle Applicazioni ha creato una nuova economia. Il 4G ci ha fatto conoscere la videoconferenza, il cloud, i video in streaming, il gioco online (e pensare che si sta diffondendo ancora oggi) ma già siamo alle porte della nuova generazione.

In termini tecnici sarà possibile viaggiare 1000 volte più veloce di quanto si naviga ora con la tecnologia 4G. Per fare un esempio un film di due ore si potrà scaricare in 30 secondi.

Ma il punto è un altro. Il 5G creerà delle nuove opportunità, andando così a cambiare le nostre abitudini di vita.

Non ci saranno più celle e antenne comunicanti con cavi e fibra, niente antennone in punti strategici per avere copertura sul territorio e niente rimbalzi di segnale. Per evitare interferenze di segnale, a livello burocratico è stato deciso di utilizzare onde ad altissima frequenza, che viaggiano su uno spettro che è praticamente inutilizzato ad oggi.

Se cambiano le infrastrutture dovranno cambiare anche gli strumenti per potersi collegare alla rete. E così smartphone e tablet dovranno avere antenne dedicate al 5G.

Con l’introduzione della rete 5G ci sarà un vero e proprio stravolgimento di paradigma, la nostra quotidianità cambierà totalmente e sarà intaccata la nostra vita privata e quella pubblica.

Sarà impossibile rimanere da soli, la privacy sarà un ricordo. Ci sarà l’esplosione e la diffusione di massa delle tecnologie IoT (Internet of Things, Internet delle Cose). Questa rivoluzionerà davvero la nostra vita, e di conseguenza il nostro modo di vivere il mondo.

Facciamo qualche esempio concreto. Con la IoT sarà possibile pensare servizi ora difficili da immaginare, ma tutto ciò che abbiamo intorno sarà connesso e dotato di un chip. I supermercati spariranno dall’essere un posto dove si va e diventeranno magazzini che spediscono gli alimenti a casa.

Il mondo dell’Entertainment sarà uno dei primi settori ad implementare la nuova tecnologia. Ogni giocatore potrà avere la propria cam e si potrà assistere alla partita dal proprio punto di vista.

La connessione più veloce permetterà risposte immediate, pensate alla sicurezza. Potremo avere la scansione in tempo reale degli spettatori e i luoghi intorno allo stadio e ai luoghi pubblici. Scansioni a temperatura, infrarossi, riconoscimento facciale e il monitoraggio delle masse, tutto grazie a un semplice smartphone.

L’Intelligenza Artificiale, la Realtà Aumentata e quella Virtuale sono realtà che non riescono ancora a diffondersi, a causa della richiesta di un’elevata capacità e qualità di banda.

Zuckemberg ha annunciato Facebook Spaces, utilizzeremo gli Oculus (i visori per la realtà aumentata) che consentiranno un nuovo tipo di interazione tra gli utenti, ma anche un nuovo di tipo di commercio. Potremo non avere più bisogno di provare i vestiti nel negozio, per esempio. Con gli occhiali è già possibile farlo tramite un semplice bot e messanger.

Se come abbiamo detto le nostre abitazioni diventeranno Smart, in termini di Green Economy, ci sarà finalmente il passaggio vero e proprio alle Smart City e Smart Grid. Questa volta non rimarranno concetti a sé, ma diventeranno realtà.

Il primo vero test del 5G è avvenuto a Giugno presso l’Università del Sussex. Il test ha fornito una banda larga 100 volte più veloce del 4G.

I test sono un passo importante per stabilire la capacità e risolvere i problemi con il 5G, che dovrebbe essere disponibile in commercio già il prossimo anno negli Stati Uniti ed entro il 2020 nel Regno Unito.

Il Professor Maziar Nekovee, Capo del Dipartimento di Ingegneria e Design dell’Università del Sussex, ha detto che l’introduzione del 5G ha il potenziale di trasformare tutti i nostri strumenti, molto più rispetto all’arrivo del 4G un decennio fa.

Ci sono enormi possibilità per l’automazione industriale e la Robotica. Ma i test sono appena iniziati, infatti il 5G può avere una potenza che va da 100 volte superiore, fino a 1000 volte del 4G.

Pensate che già ora la connessione wireless è ben 20 volte superiore a quelle che conosciamo, arrivando a picchi da 1Giga al secondo.

Il dottor Falah Ali, capo del corso di uno dei primi master internazionali al mondo in comunicazioni mobili 5, ha detto: “Il 5G è molto più di una semplice evoluzione verso la prossima generazione di tecnologie di comunicazione mobile. Rafforzerà nuove funzionalità per le persone, la società e le imprese. Avrà una capacità di trasmissione dati enorme, le comunicazioni in tempo reale saranno ultra affidabili. Vedremo nascere le auto senza conducente, la realtà virtuale, eHealth, internet tattile e smart city”.

Nell’aprile 2017, l’università ha condotto dei test sulle frequenze delle onde millimetriche, una porzione di spettro radio ad altissima frequenza anch’essa assegnata al 5G. I test hanno viaggiato fino a 20 Gbps.

I salti tecnologici cui assistiamo sono sempre più dirompenti. Ma come sempre accade non ci accorgeremo subito dei cambiamenti che sono già avvenuti, lo faremo quando saranno così diffusi che sarà impossibile non venirne travolti.

Tratto da: “beppegrillo.it”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *