Stagione 2016-2017

Dal Presidente della Red Star: DISAMINA FINALE

La novità principale della stagione fantacalcistica 2016-17 è stata l’allargamento a 8 squadre, che ha generato una competizione con tratti inediti e conseguenti molteplici spunti di riflessione. Al di là dell’annata straordinaria dei vincitori New Team, per gran parte dell’anno il resto dei partecipanti si è mantenuto su distacchi limitati, tanto da far pensare che chiunque, con il giusto scatto di reni, potesse artigliare il secondo posto. Nel finale di stagione, però, sono venuti fuori Vinello e Top Gun, che hanno decisamente staccato il gruppo degli inseguitori, dando vita al vibrante duello per la piazza d’onore.

Non è stato possibile per nessun presidente “fare blocco”, con l’acquisto di 3-4 giocatori-chiave decisivi in maniera continuativa. Stelle annunciate hanno avuto il loro momento di appannamento e giocatori ritenuti nella media hanno vissuto brevi fiammate di gloria, per la gioia dei loro fantapresidenti.

LE PAGELLE:

NEW TEAM: Squadra che ha goduto della grande stagione del duo Belotti-Mertens e di un costante apporto di punti da giocatori degli altri reparti. Bizzarro l’andamento in Coppa, dove hanno perso partite anche segnando 4 reti, un destino che li ha giocati anche nell’inusitata eliminazione. Un po’ di appannamento nel finale, ma NT aveva già spezzato le reni al resto del campionato, lasciando poche sepranze agli inseguitori. Qualcuno ha adombrato la vecchia questione del culo, ma occorre dire che la New Team ha vinto con pieno merito. Giudizio: Esagerati.

VINELLO: A dispetto di un inizio di stagione inusualmente moscio, con il fondo classifica toccato a novembre, Vinello ha avuto la capacità di sapersi rigenerare, rimontando settimana dopo settimana, fino a issarsi a un lusinghiero secondo posto. In Coppa il percorso si è interrotto alla semifinale. Noi crediamo che il segreto rimanga nell’aver saputo ruotare bene i giocatori, ottenendo frutti succosi soprattutto dall’attacco. Non bisogna mai sottovalutare il Vinello d’annata. Giudizio: Ubriacante.

TOP GUN: Nell’annata di rentrèe, riesce a cogliere il successo finale in Coppa e un ottimo terzo posto. Si tratta quindi di un’ottima stagione, nella quale abbiamo apprezzato la freschezza di Kessie e la sorpresa Fazio, insieme ad una buona presenza di Borriello. Top Gun ha avuto il pregio di mantenersi sempre nelle posizioni di testa, rimanendo a lungo l’unico antagonista credibile per contendere il titolo a New Team. Giudizio: Gun-Tonic!

RED STAR: Sfortunata eliminazione in Coppa dopo un’impresa storica (l’eliminazione corsara di New Team), la Red Star ha sofferto tutta la stagione frequentando i bassifondi della classifica. L’arrivo di Higuaín, nel noto scambio che ha generato numerose discussioni nei bar di tutta Italia, non è sembrato –inizialmente- donare alla squadra quella marcia in più. Tuttavia, dopo mesi di basso cabotaggio, a partire dal primo aprile la squadra ha infilato un periodo di due mesi da primato, sganciandosi dal penultimo posto e artigliando all’ultima giornata la quarta piazza. Giudizio: Verve a primavera.

REAL BCM: ha condotto un’ottima regular season di Coppa, terminando al primo posto nel girone. Nel frattempo in campionato è riuscito a mantenersi per lungo tempo nei quartieri alti. Nel finale di stagione è arrivato un calo, con la dirigenza che ha denunciato le numerose defezioni, che hanno finito per danneggiare anche la competizione minore. La fatica, gli infortuni finali, gli acciacchi, hanno finito per ledere la prestazione proprio nel momento cruciale della stagione. Giudizio: Dorando Pietri.

GODFATHER: È riuscito a mantenersi nelle posizioni centrali della classifica dopo un inizio bruciante (primo in classifica nelle prime tre giornate). In Coppa è giunto fino all’atto finale, perdendo però la partita decisiva contro un Top Gun cinico e determinato. Rimane secondo me ottima la scelta degli attaccanti principali (Immobile, Dzeko, Nestorovski), che però si sono dimostrati neghittosi nel momento cruciale della stagione. Giudizio: Finale Immobile

REAL FAUNI: Tradito dall’inesperienza in fase di fantamercato, con l’incerto Higuaín di inizio stagione unito a una squadra corta, Fauni ha saputo metabolizzare ben presto le dinamiche di gioco, prima cercando di migliorare in quantità e numeri la squadra, con il celebre scambio Higuaín+1 contro altri 5 giocatori, poi correggendo la squadra sempre di più ad ogni sessione di mercato. Trovato l’assetto giusto, i satiri hanno abbandonato lubricamente il fondo della classifica, cercando di penetrare verso il quarto posto e spiccando un malizioso saltello finale, che ha evitato loro l’ultima piazza e l’arrivo della Nerchia di Burro. Giudizio a posteriori: Barzotti

MISCELLANEA: Dopo un inizio che lasciava presagire un possibile bis in campionato, occupando la vetta della classifica tra la quarta e la decima giornata, Miscellanea si sgonfiava, lasciando campo libero alla New Team. Se inizialmente sembrava che potesse manentere le posizioni di testa, la squadra crollava intorno a febbraio, confermando la ciclicità di attaccanti come Icardi e (il troppo assente) Berardi, bravi ma forse non adatti per il Fantacalcio. La sconfitta in Supercoppa e l’eliminazione ai quarti di Coppa nel derby fratricida giocato nel catino rovente del San Pistello Abate, completavano una sfortunata stagione, chiusa all’ultimo posto. Giudizio: Porca Vanda Miscellanara!

Citazioni scelte dalla chat della Fantasy League:

8 settembre

Vinello: “State molto attenti a Quanji, ve lo dico prima”.

Vinello: “I favoriti sono Miscellanea e Red Star…loro non sbagliano mai un colpo… sono furbi e abilissimi… bravi cari amici….complimenti”.

Godfather: “Confermo l’analisi di Penna. Io però vorrei arrivare ultimo, se Penna me lo consente”.

Miscellanea: “Il mio pronostico è: lotta all’ultimo sangue tra Red Star e Bcm”.

Real Fauni: “Non sottovalutate i miei satiri… secondo me ultimo a 50 punti di distacco potrei farcela… vediamo”.

[Cari, presidenti, la SNAI esiste e prospera grazie a gente come noi, che non ne azzecca una!!].

8 novembre:

Vinello: “Per me uno scudetto di Omingo è peggio di uno della Roma. Spero di essere stato chiaro”.

Vinello: “se poi vincono sia Omingo che la Roma vado un altro anno in Kazakistan”.

[Visto, Penna? Puoi stare tranquillo, niente Kazakistan quest’anno].

Di seguito le classifiche e le rose finali:

Le Classifiche di Campionato e Coppa

+

Le Rose

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.