Stagione 2018-2019

DISAMINA FINALE di Domenico Di Pietrantonio

La stagione fantacalcistica appena conclusa ci ha regalato un’altalena di emozioni e risultati a sorpresa come da tempo non si verificavano.

Purtroppo, a rovinare la stagione, c’è stata la non pronosticata supremazia di Top Gun. Uso il verbo “rovinare” perché la performance inusualmente turgida di Top Gun ha reso a un certo punto il campionato di interesse veramente relativo, tanto che la lotta per il vertice già in primavera aveva cessato di essere un argomento d’interesse per le persone coinvolte.

Peccato, perché invece nelle posizioni di rincalzo la lotta è stata senza quartiere, con sorpassi e controsorpassi che si sono succeduti fino alla fine, con un epilogo deciso all’ultimo turno.

Ma andiamo con ordine:

TOP GUN: Di gran lunga la dominatrice della stagione. Gli acquisti estivi di Piatek e Caputo, la fiducia accordata a Quagliarella e il contratto di Chiesa, di nuovo come centrocampista, sono stati i pilastri su cui la solidità della compagine volante ha costruito una stagione senza precedenti. Meno dominante nelle coppe, dove comunque ha raggiunto la finale nella seconda competizione. Rullo Compressore!

GODFATHER: Un giorno potrà raccontare che lui aveva avuto Ronaldo in squadra. Quanto è servito l’asso portoghese? Tanto, ma non sembrava così, per larghi tratti della stagione, dove nelle coppe Godfather non ha brillato. Invece, a un certo punto, con una prodigiosa rimonta nelle ultime due giornate si è installato al secondo posto, che vale il premio di consolazione. Turbofinale!

REAL BCM: Anche qui c’è stato un ottimo finale che ha illuminato una stagione comunque condotta sempre nella parte alta della classifica. Il momento clou della stagione è stata in ogni caso la finale di Coppa, vinta contro un Top Gun che di certo non si poteva pensare fosse lì per caso. Rispettata la tradizione che vuole questa squadra temibile nelle coppe. Eliminatore diretto!

MISCELLANEA: Ci troviamo di fronte a una squadra che –anche a detta del suo presidente- negli anni dispari non performa bene. E addirittura nelle fasi iniziali della stagione sembrava che stesse andando proprio malissimo, risucchiata nelle secche delle ultime posizioni. Invece con pazienza e tenacia, muovendosi con criterio anche nel mercato, è riuscito a risalire. Non essendo stato brillantissimo nelle Coppe, lo aspettiamo quindi alla rivincita nella prossima stagione. È invece quest’anno uno dei Percettori della Nerchia di Burro.

VINELLO: Questa squadra ha avuto prestazioni molto altalenanti e ondivaghe nel corso della stagione. Ne è uscita un’annata in cui sembrava che non riuscisse a staccare i propri concorrenti diretti, terminata però in maniera più brillante, testimoniata dalla finale in Supercoppa, raggiunta eliminando due pezzi da novanta come Top Gun e BCM, ma cadendo nel metro finale per mano della meno quotata Real Fauni. Rimane quindi anche lui uno sfortunato Percettore della Nerchia di Burro.

RED STAR: L’attacco ha tradito, in larga parte per la fiducia erroneamente assegnata a Dybala e la scena muta degli altri attaccanti di contorno. Vittima di cessioni dei suoi campioni all’estero, si è trovato a dover improvvisare spesso formazioni senza attacco o centrocampo. Le scelte di mercato di Muriel e Sanabria, i due attaccanti più caldi, non hanno dato i risultati sperati e si sono subito spenti. La seconda colpa di Red Star è stata quindi quella di aver praticamente trasformato dei campioni in brocchi, lavorando come una specie di Re Mida al contrario (sapete quello che intendo). Malgrado avesse cominciato bene l’annata (primo nella stagione regolare di Coppa) e si fosse mezzo ripreso in primavera (arrivando ad agganciare stabilmente il secondo posto), ha pagato un crollo finale (4 punteggi negativi nelle ultime 5 giornate, 4 posizioni perse) e si imputano pesanti responsabilità alla dirigenza e alla guida tecnica, che devono assolutamente rifarsi la prossima stagione. Anche lui si qualifica come Percettore della Nerchia di Burro.

REAL FAUNI: Bisogna sempre lottare fino alla fine, ed è quello che ha fatto questa squadra, che – sebbene impastoiata nelle posizioni basse fin dall’inizio della stagione – ha sfoderato nelle giornate giuste la grinta per ottenere il primo trofeo della sua giovane storia, imponendosi in una finale affatto scontata contro il Vinello. Onore quindi a chi ha saputo approfittare del trofeo primaverile a eliminazione diretta, competizione nella quale prevale chi può sfoderare le residue energie. Lo aspettiamo prossimamente per una riconferma ad alti livelli. Fauni Barzotto!

NEW TEAM: A sorpresa, la squadra rivelazione delle passate stagioni incappa in un’annata tremenda, dove viene relegata alla fine all’ultimo posto in campionato. Un pochino meglio nelle competizioni a eliminazione diretta, dove sono state raggiunte le semifinali. Ma è evidente che da questa compagine ci si attende di più e quindi aspettiamo nella prossima stagione la conferma a più alti livelli. Per intanto, anche New Team diventa Percettore.

L’ANGOLO DEL MAGO OTELMA
La questione dei pronostici sta diventanto un caso da studio, anno dopo anno. Ci impegniamo veramente a cercare di indovinare il vincitore finale, oppure cerchiamo appositamente di puntare sul cavallo sbagliato? Oppure ancora, si vaticina secondo scaramanzia? In attesa di un responso, ecco cosa è uscito fuori quest’anno, dopo la prima sessione di mercato!

3 settembre 2018:

Pedro: “Allora, New Team favorita quest’anno”

Simone: “No, Red Star, secondo me”

PP: “Anche. Se la giocano in due”

Penna: “State attenti a Omingo… quello c’ha due culi come er salame”

11 settembre (i pronostici continuano):

Enzo: “È inutile. Quest’anno vince tutto Omingo”

Simone: “Concordo”

12 settembre:

Fabrizio: “mi giro in cucina e cosa ti leggo? Anche questo è un segno del destino” (allegata foto del calendario in cui campeggia la scritta del giorno: Domingo)

Penna: “Tutto Omingo a rotella”.

Di seguito le classifiche e le rose finali:

Le classifiche: Le Classifiche di Campionato e Coppa

+

Le rose: Le Rose

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.